Iran in crisi, i cittadini utilizzano le criptovalute

Home » Varie » Iran in crisi, i cittadini utilizzano le criptovalute
Iran in crisi, i cittadini utilizzano le criptovalute
16 Maggio 2018 by in Varie
Condividi:

Anche in Iran, come in Venezuela,  i cittadini stanno sfruttando le potenzialità delle criptovalute per muovere i propri risparmi al di fuori del paese. Cercano in questo modo di mettere al riparo il proprio denaro dalla crisi economica. Crisi che segue inevitabilmente l’annuncio da parte degli  Stati Uniti di volersi ritirare unilateralmente dall’accordo sul nucleare stipulato tre anni fa.

Iran_Bitcoin

 

Partono le sanzioni

 

Nel 2015 i cinque membri dell’ONU con diritto di veto e la Germania stipularono un accordo con l’Iran che prevedeva la rimozione progressiva delle sanzioni economiche. In cambio l’Iran doveva impegnarsi in una riduzione del programma nucleare oltre a permettere lo svolgimento di periodici controlli nelle installazioni nucleari da parte dell’ONU. Il 12 maggio 2018 l’amministrazione di Donald Trump ha annunciato l’uscita unilaterale degli Stati Uniti da quell’accordo. Ha anche dichiarato che presto sarebbero iniziate nuove sanzioni verso l’Iran, ancora più dure di quelle precedenti.

 

Il Rial precipita

 

Negli ultimi giorni, la moneta corrente dell’Iran, ha accentuato un trend ribassista che l’aveva portata negli ultimi  sei mesi a perdere il 25% del proprio valore. Ormai era da tempo che ci si aspettava una mossa da parte di Donald Trump, che aveva promesso in campagna elettorale l’uscita dall’accordo. Il governo iraniano per difendersi  ha tempestivamente attuato diversi provvedimenti protezionistici tra cui l’aumento dei tassi d’interesse e l’arresto di tutti i cambiavalute.

 

Iran_Rial_grafico

 

Le criptovalute al salvataggio

 

Senza poter accedere al sistema bancario internazionale, gli iraniani hanno dovuto trovare altri metodi per spostare i loro soldi fuori dal paese, ed ancora una volta le criptovalute hanno fornito la soluzione perfetta. Secondo il presidente della commissione economica dell’Iran, Mohammad Reza Pour Ebrahimi, 2,5 miliardi di dollari hanno lasciato il paese attraverso le criptovalute.
Attualmente, come riportato da Forbes, ci sono 17 persone in Iran che vendono Bitcoin tramite il sito LocalBitcoins, che permette di mettere in contatto compratori e venditori. Ma non solo bitcoin, avendo il governo iraniano vietato alle istituzioni finanziari di trattare criptovalute, quelle più orientate verso l’anonimato come Monero potrebbero risultare ancora più utili e adeguate alla situazione.

 

L’Iran come il Venezuela

 

Ma il futuro delle criptovalute in Iran potrebbe non essere totalmente nelle mani dei cittadini, quanto in quelle del governo. Pare infatti che L’Iran stia sviluppando una valuta virtuale per il sistema bancario interno del paese. Questo progetto è iniziata già a febbraio e un modello sperimentale sembrerebbe sia già stato completato verso la fine di aprile. La situazione ha dei paralleli con il tentativo fatto dal Venezuela con il Petro. Trump in passato ha proibito ai cittadini statunitensi l’acquisto della cryptovaluta venezuelana, probabilmente farà la stessa cosa nei confronti di una controparte digitale iraniana.

 

Mattia

 

 

fonti:

Bitcoin, Bolívares venezuelani e l’iperinflazione

Iran Sanctions: Citizens Use Crypto To Move $2.5 Bln Out Of Country

Iranian MP: $30 Billion Has Been Transferred Out Of The Country

Ritiro di Trump dall’accordo iraniano, al via nuovi equilibri geopolitici

Nucleare Iran, Trump annuncia: Usa fuori da accordo. “Tornano sanzioni, anche a chi aiuta Teheran”

Accordo sul nucleare con l’Iran, Mogherini: “Se salta il patto conseguenze disastrose”

 

Vieni a trovarci su Telegram!
Seguici su Facebook e su Twitter!

DISCLAIMER

CryptoClub è un Blog, non deve essere considerato come un contenuto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 07.03.2001. Tutti i contenuti di questo sito sono redatti a scopo informativo, possono essere modificati in qualsiasi momento e rappresentano esclusivamente le opinioni personali degli autori. Il sito web non garantisce la correttezza delle informazioni qui riportate e non si assume nessuna responsabilità in merito all’utilizzo delle stesse. Eventuali decisioni di investimento intraprese dai lettori sulla base di dati, analisi e grafici qui presenti, sono di esclusiva responsabilità dell’investitore e devono intendersi come assunte in piena autonomia, sotto la propria responsabilità e a proprio esclusivo rischio.

Se ciò che avete trovato in questo blog vi è stato utile potreste contribuire al mantenimento di questa nostra attività con una libera donazione.


Per donare ethereum, scansiona il codice QR oppure copia/incolla l' ethereumindirizzo del wallet:

0x9492ea16f6B50b72DFd2a85921FE49Ee9a7cc978



Grazie!

Per donare bitcoin, scansiona il codice QR oppure copia/incolla l' bitcoinindirizzo del wallet:

16SmpEFckUp8F8Bv8zhGssWP7te5XLqmEW



Grazie!

Condividi:
Tags:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Name Price
Bitcoin (BTC)
$8,415.96
Ethereum (ETH)
$181.05
Bitcoin Cash (BCH)
$257.40
Litecoin (LTC)
$57.28
Cardano (ADA)
$0.044800
Dash (DASH)
$66.72
Monero (XMR)
$61.08
EOS (EOS)
$3.36
NEO (NEO)
$11.62
VeChain (VET)
$0.007266
Qtum (QTUM)
$2.04
ICON (ICX)
$0.163309
ICO
Apr 15, 2018
Avete mai pensato di  tornare al passato e poter comprare dei terreni che nel nostro futuro sono diventati esclusivi e costosi? Grazie ad Arcona tutto questo potrebbe essere possibile.
Jun 18, 2018
Metronome si fonda su 3 principi chiave: self-governance, affidabilità e portabilità.
Mar 01, 2018
Il gioco d'azzardo nell'era blockchain
© 2018 cryptoclubitalia.it