Consensus 2018 è alle porte e il BTC scende, cosa ci potremmo aspettare?

Home » Varie » Consensus 2018 è alle porte e il BTC scende, cosa ci potremmo aspettare?
Consensus 2018 è alle porte e il BTC scende, cosa ci potremmo aspettare?
14 Maggio 2018 by in Varie
Condividi:

Consensus, il più grande incontro mondiale sulla tecnologia blockchain, si terrà quest’anno a New York, dal 14 al 16 maggio. In passato quest’evento è sempre stato foriero di grandi rialzi per il BTC e tutte le altre criptomonete. Quest’anno invece, nella settimana prima dell’evento, abbiamo assistito ad una fase bearish del mercato che ha portato il BTC a un minimo di 8360$, con il conseguente dip di tutte le altre criptomonete. Diamo un occhiata a quelle che sono state le possibili cause di questo recente calo e alle statistiche degli anni passati legate al periodo del Consensus. Alcuni analisti sono convinti che, nonostante tutto, anche quest’anno il post Consensus potrà avere un impatto molto favorevole per tutto il mondo delle criptovalute.

Conseunsus2018_header

 

Consensus il summit mondiale della tecnologia blockchain

 

Consensus nasce nel 2015 come un incontro mondiale per tutti i sostenitori della tecnologia blockhain e in generale di tutto il mondo delle criptovalute. L’evento ha avuto una crescita partecipativa costante durante gli anni. Se osserviamo il numero di persone che ha aderito all’evento negli ultimi quattro anni ce ne rendiamo subito conto:

  • 2015 – partecipanti =  500
  • 2016 – partecipanti = 1500
  • 2017 –  partecipanti = 2750
  • 2018 – partecipanti =  7000+

Sono numeri importanti se si considera che per partecipare all’evento bisogna sborsare  1750$ a persona.
Il summit come in passato sarà organizzato da coindesk e si svolgerà in tre giorni. Durante il Consensus parleranno oltre 250 conferenzieri  con argomenti che toccheranno tutti gli aspetti della tecnologia blockchain e delle criptovalute. I partecipanti saranno quest’anno oltre 7000 divisi tra startup, istituzioni finanziarie, investitori, accademici, ecc.

 

New York ama le criptovalute

 

Quest’anno New York dedicherà un’intera settimana alla tecnologia blockchain, sarà la prima “Blockchain Week“. Consensus sarà solo l’evento centrale di una serie di attività legate al mondo delle criptovalute, saranno tenuti anche un Hackatone una fiera del lavoro.
Ad accompagnare Coindesk nell’organizzazione ci sarà la New York City Economic Development Corporation (NYCEDC) un’associazione no profit newyorkese che si occupa di: lavoro, urbanistica, analisi finanziarie , marketing e tanti altri settori.

Anthony Hogrebe, vicepresidente di NYCEDC ha recentemente dichiarato:

<< L’obiettivo è proprio quello di piantare una bandiera e mandare un messaggio molto chiaro: noi vogliamo lavorare con voi, supportarvi e infine vogliamo rendere New York la capitale mondiale della tecnologia blockchain. Noi pensiamo che ci sia già una presenza importante a New York, ma si tratta di una comunità nascente. Se non piantiamo adesso la bandiera e facciamo investimenti strategici, la città di New York potrebbe perdere questa opportunità>>

New_York_bitcoin_pic

 

Uno sguardo al passato

 

Negli anni passati il periodo di tempo che accompagna l’evento ha sempre mostrato dei segnali di entusiasmo e ottimismo da parte dei mercati. Basta vedere questa semplice tabella per rendersene conto.
Come potete vedere la prima riga “during Consensus” riguarda la variazione di prezzo durante la settimana precedente al Consensus, mentre la seconda riga”Post Consensus” considera un tempo di due mesi successivo all’evento. Spicca tra questi il 2017 come l’anno più favorevole.

ConsensusTab_pic

 

Prima del Consensus il BTC è calato

 

Nonostante il BTC nell’ultimo mese fosse in ripresa, portandosi a 9950$ e sfiorando la resistenza dei 10000$, nell’ultima settimana si è verificato un inaspettato ribasso  a 8320$. Questo piccolo crollo ha portato ad un effetto costrittivo su tutto il mercato delle criptovalute. I motivi che potrebbero avere generato questa sfiducia nei mercati possono essere molteplici, vediamone qualcuno.

 

Personaggi influenti

 

Alcuni danno una grossa colpa dell’accaduto a investitori del calibro di Warren Buffet e Charlie Munger, i quali nell’ultimo incontro dei “Berkshire Hathaway shareholder” avrebbero screditato il bitcoin e tutti i digital assets paragonandoli a “veleno per topi”. Anche Bill Gates recentemente si è aggiunto alla pletora di scettici apostrofando le cryptvalute come asset che non producendo nulla non sarebbero un investimento intelligente. Essendo questi personaggi importanti nella scena finanziaria per forza di cose generano un’ondata di FUD nel mercato.

Buffett_Munger_Gates

 

 Problemi in Corea

 

Altra causa che ha contribuito è stata la la vicenda dell’exchange coreano Upbit che è stato perquisito dalla polizia dopo essere stato accusato di frode. La polizia in questo modo è venuta in possesso degli hard-disk  e sta conducendo delle indagini. Upbit è uno degli exchange più importanti del paese ed è il maggiore per quanto riguarda i volumi di scambio. Ogni volta che eventi negativi riguardanti la cryptosfera avvengono in Corea gli effetti sono immediatamente visibili a livello mondiale. Ciò è dovuto al fatto che la popolazione della Corea per quanto riguarda l’utilizza della tecnologia blockchain è al terzo posto mondiale dopo gli USA e il Giappone. Il 20% circa delle transazioni mondiali avvengono lì.

 

Balene giapponesi pronte a shortare il BTC

 

Come se non bastasse è girata la notizia secondo la quale un fiduciario del defunto Mt. Gox sia sul punto di vendere 8200 Bitcoin per poter liquidare gli investitori reduci dall hackeraggio del 2014. Mt Gox all’epoca era il più grande exchange del mondo. Anche se questa notizia ha avuto un forte effetto psicologico sugli investitori non dovrebbe avere grosse ripercussioni nel lungo periodo per quanto riguarda il mercato delle criptovalute

Tokyo Whale Prepares 8,000 BTC Dump as Crypto Bloodbath Continues

 

Conclusioni finali

 

Nonostante questi fattori negativi, molti analisti finanziari e cryptoesperti prevedono una ripresa del bitcoin e con lui di tutte le altcoin nel periodo post Consensus.
Tra questi spicca Thomas Lee di fundstrat che si è sbilanciato sul suo account twitter riguardo i possibili effetti positivi che Consensus 2018 potrebbe avere.

Tom_Lee_twitter_pic

Se tutto questo dovesse avverarsi farebbe la fortuna di chi avesse avuto il coraggio di acquistare durante l’ultimo dip dei mercati. Stiamo a vedere cosa succederà. Sicuramente il summit newyorkese segnerà anche quest’anno un grande successo e favorirà la diffusione della tecnologia blockchain nel mondo.

Bitcoinfan82

 

Fonti:

https://www.coindesk.com/events/consensus-2018/

https://www.forbes.com/sites/jeffkauflin/2018/02/21/with-its-first-ever-blockchain-week-new-york-city-aims-to-become-global-epicenter-of-crypto/#775287c16165

https://cryptoslate.com/why-is-bitcoin-dropping-and-will-next-weeks-consensus-event-in-new-york-city-turn-it-around/

https://cryptoslate.com/top-south-korean-crypto-exchange-raided-by-local-police/

https://cryptoslate.com/tokyo-whale-prepares-8000-btc-dump-as-crypto-bloodbath-continues/

Vieni a trovarci su Telegram!
Seguici su Facebook e su Twitter!

DISCLAIMER

CryptoClub è un Blog, non deve essere considerato come un contenuto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 07.03.2001. Tutti i contenuti di questo sito sono redatti a scopo informativo, possono essere modificati in qualsiasi momento e rappresentano esclusivamente le opinioni personali degli autori. Il sito web non garantisce la correttezza delle informazioni qui riportate e non si assume nessuna responsabilità in merito all’utilizzo delle stesse. Eventuali decisioni di investimento intraprese dai lettori sulla base di dati, analisi e grafici qui presenti, sono di esclusiva responsabilità dell’investitore e devono intendersi come assunte in piena autonomia, sotto la propria responsabilità e a proprio esclusivo rischio.

Se ciò che avete trovato in questo blog vi è stato utile potreste contribuire al mantenimento di questa nostra attività con una libera donazione.


Per donare ethereum, scansiona il codice QR oppure copia/incolla l' ethereumindirizzo del wallet:

0x9492ea16f6B50b72DFd2a85921FE49Ee9a7cc978



Grazie!

Per donare bitcoin, scansiona il codice QR oppure copia/incolla l' bitcoinindirizzo del wallet:

16SmpEFckUp8F8Bv8zhGssWP7te5XLqmEW



Grazie!

Condividi:
Tags:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Name Price
Bitcoin (BTC)
$8,421.25
Ethereum (ETH)
$181.26
Bitcoin Cash (BCH)
$260.81
Litecoin (LTC)
$57.69
Cardano (ADA)
$0.044722
Dash (DASH)
$66.90
Monero (XMR)
$61.00
EOS (EOS)
$3.37
NEO (NEO)
$11.63
VeChain (VET)
$0.007267
Qtum (QTUM)
$2.04
ICON (ICX)
$0.163450
ICO
Apr 15, 2018
Avete mai pensato di  tornare al passato e poter comprare dei terreni che nel nostro futuro sono diventati esclusivi e costosi? Grazie ad Arcona tutto questo potrebbe essere possibile.
Jun 18, 2018
Metronome si fonda su 3 principi chiave: self-governance, affidabilità e portabilità.
Mar 01, 2018
Il gioco d'azzardo nell'era blockchain
© 2018 cryptoclubitalia.it