Condividere criptovalute in maniera semplice e sicura con wallet multisig

Home » Tutorial » Conservare » Condividere criptovalute in maniera semplice e sicura con wallet multisig
Condividere criptovalute in maniera semplice e sicura con wallet multisig
13 Settembre 2018 by in Conservare
Condividi:

I wallet multisig sono stati una rivoluzione per la gestione condivisa dei capitali in crypto.

Attenzione, non si tratta affatto di una novità!

La prima definizione di transazioni multisig si trova in BIP11 ed è stata implementata in Bitcoin Core il 20/12/2011. Nel tardo gennaio 2012 comparvero sulla blockchain le prime transazioni che sfruttavano questa tecnologia.

L’adozione su più vasta scala è stata poi favorita dagli address P2SH, poi standardizzati in BIP16 .

Grazie a questa tecnologia, nella sua applicazione più semplice, è possibile gestire fondi in 2 o più persone, in modo  che nessuno abbia possibilità di spostare nulla senza il benestare degli altri.
Ciò risolve brillantemente i problemi di fiducia fra le parti ed elimina del tutto la necessità di un intermediario come, ade esempio, una banca.

Le persone proprietarie del wallet multisig non dovranno nemmeno incontrarsi per generare i rispettivi wallet e per spostare fondi. Ognuno, infatti, genererà indipendentemente la propria parte di wallet e per finalizzarne la creazione invierà e condividerà con gli altri cofirmatari una chiave pubblica, detta master public key.
Questa è una informazione non sensibile, l’unica cosa che rivela sono gli indirizzi del wallet a cui appartiene.

Al momento della creazione di un wallet multisig le prime due domande sono: quanti cofirmatari dovrà avere il conto? E quante firme sono necessarie per movimentare fondi? Un’immagine vale più di mille parole.

I più attenti avranno già capito che le possibilità sono moltissime.
L’applicazione più classica è un wallet condiviso fra 2 persone, le cui firme sono entrambe necessarie per spostare fondi.
In tal caso il primo ad iniziare la transazione, invece del classico “send”, dovrà fare “sign”, firma, e poi “export”, esporta. A quel punto, con un canale qualsiasi, chat, mail, ecc, dovrà trasferire il file, o il testo della transazione, all’altro cosigner.
Colui che la riceve la importerà nel proprio wallet ed avrà l’opzione di fare “sign” e poi “broadcast”, naturalmente dopo aver verificato che concorda con l’importo ed il destinatario della transazione.
In questo modo nessuno dei due ha possibilità di spostare i fondi senza l’approvazione dell’altro. Tant’è che questa configurazione può anche essere adoperata da un singolo individuo che intenda blindare i propri fondi.
Con “due metà” di wallet, su due diversi dispositivi, infatti, è  molto più difficile che i fondi possano essere violati.

Non è inoltre detto che si debba utilizzare un classico seed da 12 parole! Infatti anche il vostro hardware wallet, come il Ledger, può essere adoperato per generare wallet multisig.

Immaginate un portafogli BTC multisig formato da N hardware wallet geograficamente dislocati nel mondo.

Altri validi esempi sono un wallet da 4 cosigners, in cui sono richieste 3 firme per movimentare fondi (fiducia, ma a maggioranza assoluta), oppure uno da 8 cosigners, in cui una sola firma è richiesta (fondi comuni, necessità pratiche elevate, fiducia assoluta, ma sicurezza bassa, chiunque può spostare fondi). In quest’ultimo caso, il primo ad iniziare la transazione non avrà necessità di condividere il file con nessuno, potrà seguire la classica trafila “preview” -> “sign” -> “broadcast”, o premere direttamente “send” per fare i tre passaggi in uno.
Inoltre la compromissione di anche uno solo degli 8 wallet significherebbe la perdita di tutti i fondi, quindi si può dire che un portafogli multisig che richieda 1 sola firma è molto meno sicuro di uno non multisig poichè garantisce una superficie di attacco molto più ampia.

Per concludere, gli indirizzi multisig non segwit sono del tipo 3xxx… (P2SH, BIP16) e sono pertanto universalmente supportati, mentre i multisig segwit sono del tipo bc1xxx… (Bech32, BIP173) ed hanno una lunghezza molto maggiore (62, contro i 42 dei Bech32 non multisig, ed i 34 dei P2SH e P2PKH) e questi purtroppo non sono ancora supportati da molti siti ed exchange.

Se ad esempio provate ad inviare fondi da un wallet multisig Bech32 a Binance, nessun problema, se provate da Binance a prelevare verso lo stesso wallet vi risponderà che non è un wallet BTC valido. Per risolvere questo problema, dove sia necessario un portafogli multisig, vi suggeriamo (nostro malgrado) di utilizzare ancora indirizzi standard e non segwit.
Un prossimo tutorial spiegherà dettagliatamente come creare ed adoperare un wallet multisig BTC con Electrum wallet.

Vieni a trovarci su Telegram!
Seguici su Facebook e su Twitter!

DISCLAIMER

CryptoClub è un Blog, non deve essere considerato come un contenuto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 07.03.2001. Tutti i contenuti di questo sito sono redatti a scopo informativo, possono essere modificati in qualsiasi momento e rappresentano esclusivamente le opinioni personali degli autori. Il sito web non garantisce la correttezza delle informazioni qui riportate e non si assume nessuna responsabilità in merito all’utilizzo delle stesse. Eventuali decisioni di investimento intraprese dai lettori sulla base di dati, analisi e grafici qui presenti, sono di esclusiva responsabilità dell’investitore e devono intendersi come assunte in piena autonomia, sotto la propria responsabilità e a proprio esclusivo rischio.

Se ciò che avete trovato in questo blog vi è stato utile potreste contribuire al mantenimento di questa nostra attività con una libera donazione.


Per donare ethereum, scansiona il codice QR oppure copia/incolla l' ethereumindirizzo del wallet:

0x9492ea16f6B50b72DFd2a85921FE49Ee9a7cc978



Grazie!

Per donare bitcoin, scansiona il codice QR oppure copia/incolla l' bitcoinindirizzo del wallet:

16SmpEFckUp8F8Bv8zhGssWP7te5XLqmEW



Grazie!

Condividi:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Name Price
Bitcoin (BTC)
$8,149.75
Ethereum (ETH)
$176.60
Bitcoin Cash (BCH)
$244.00
Litecoin (LTC)
$55.99
Cardano (ADA)
$0.042318
Dash (DASH)
$64.29
Monero (XMR)
$58.24
EOS (EOS)
$3.15
NEO (NEO)
$11.19
VeChain (VET)
$0.007105
Qtum (QTUM)
$1.91
ICON (ICX)
$0.163766
ICO
Apr 15, 2018
Avete mai pensato di  tornare al passato e poter comprare dei terreni che nel nostro futuro sono diventati esclusivi e costosi? Grazie ad Arcona tutto questo potrebbe essere possibile.
Jun 18, 2018
Metronome si fonda su 3 principi chiave: self-governance, affidabilità e portabilità.
Mar 01, 2018
Il gioco d'azzardo nell'era blockchain
© 2018 cryptoclubitalia.it